Saluto dell'USB alla Conferenza internazionale della WFTU in Solidarietà con popolo palestinese

USB address to the  WFTU International Meeting in solidarity with the Palestinian people



Dear comrades, I salute this important international meeting on behalf of the Italian USB leading committee and the whole organization, expressing its solidarity to the struggle of the Palestinian people.


    We are linked to the Palestinian people, as well as other WFTU organizations, by an historical bond  and relation derived from the common struggle for peace and against imperialism.


    We feel that international solidarity must be expressed as a political support to the rightful claims of the Palestinians, as the “Athens Pact” stated, and the final paper of the Presidency Council confirmed in Johannesburg:


    Acknowledgement of the Palestinian State;


    Return of the Palestinian refugees;


    Ending the apartheid wall;


    Freedom for Palestinian prisoners, whose heroic struggle is still going on;

Hana Shalabi, Khader Adnan, Marwan Barghouti, Ahmed Sadaat, are part of the thousands patriots who pay their struggle against occupation by detention in the Zionist jails.

The trade union movement and the WFTU supported the struggle of South African workers and people by joining the BDS international campaign, just as we are now by the side of Palestinian political and trade union organizations against the Israeli apartheid regime.

Interimperialist competition is now increasing the social war inside its borders, by savagely attacking the working classes and denying them democratic rights, as it happens in the European imperialist pole.

WFTU trade union organizations react by organizing the social struggle, as the USB does by organizing the migrant workers, which are part of the new social structure of work.

As the systemic capitalist crisis increases the warlike trend to seize natural resources and to increase national profits, international solidarity in the common struggle against imperialist policies becomes more important.

A dangerous coalition (USA, Nato, EU, Gulf Cooperation Council) has been deployed to choke the people’s protests in Tunis, Egypt and Bahrein, and to promote civil wars in Libya and Syria.

This coalition, in full cooperation with Israel, is aimed to build a new order in the Middle East, by crushing both the resistance movements and the legitimate governments who oppose this imperialist plan.

As to the war threats against Iran and Syria, we totally agree with the WFTU position: only the people must freely and democratically decide its present and future.

We support the resistance of oppressed peoples in Palestine, Latin America and everywhere in the world.

Long live the Palestinian freedom struggle.

Freedom for Palestinian political prisoners.

USB

Ramallah 21.3.2012

 


Saluto dell’USB alla Conferenza internazionale della WFTU in Solidarietà con popolo palestinese

Care compagne e compagni porto il saluto del gruppo dirigente e dell’intera USB a questa importante conferenza internazionale che esprime la solidarietà internazionalista alla lotta del popolo palestinese.

Al pari di altre organizzazioni del WFTU siamo legati al movimento di liberazione palestinese da un legame storico e da un rapporto che discende dalla lotta per la pace e contro l’imperialismo.

Siamo convinti che la solidarietà internazionalista si debba  esprimere sul terreno del sostegno politico alle giuste richieste del popolo palestinese così come è stato sottolineato dal” Patto di Atene”  e ripreso nel documento conclusivo del Consiglio di Presidenza a Johannesburg:

Riconoscimento dello stato di Palestina sui confini del 67 con Gerusalemme capitale

Diritto al ritorno dei rifugiati palestinesi

Fine del muro dell’apartheid

Liberazione dei prigionieri palestinesi , che  proprio in questi giorni stanno portando avanti  una lotta eroica .

Hana Shalabi, Khader Adnan, Marwan Barghouti , Ahmed Saadat  sono migliaia i patrioti palestinesi  che pagano la loro lotta contro l’occupazione con  la prigionia nelle carceri sioniste.

Il movimento Sindacale e la WFTU espresse il suo sostegno ai lavoratori ed al popolo sud africano abbracciando la campagna internazionale BDS, oggi come allora siamo al fianco del popolo palestinese delle sue organizzazioni politiche e sindacali contro il regime di apartheid israeliano.

La competizione inter imperialista sta accentuando la guerra sociale all’interno dei suoi confini, come accade nel polo imperialista europeo erodendo spazi democratici e attaccando ferocemente la classe lavoratrice.

A questo attacco le organizzazioni sindacali  associate alla WFTU  hanno risposto organizzando il conflitto  sociale, In questo contesto l’USB  si sta misurando con la nuova composizione sociale del lavoro organizzando i lavoratori immigrati .

Il terreno della solidarietà internazionalista e della lotta contro le politiche imperialiste diventa sempre più importante  nel momento in cui  la crisi sistemica accentua la tendenza alla guerra per la conquista delle risorse naturali e per la messa a profitto delle ricchezze nazionali.

Una pericolosa coalizione composta da Nato, USA, UE , Gulf Cooperation Council, è scesa in campo per  strangolare le proteste popolari in Tunisia, Egitto e Bahrein e per provocare la guerra civile in Libia ed Siria.

Questa coalizione in sintonia con Israele, mira a costruire un nuovo ordine per il Medio Oriente, per fare questo deve mettere fine ai movimenti di resistenza ed ai legittimi governi che si oppongono a questo disegno imperialista.

Di fronte alle minacce di guerra all’Iran e alla Siria  non possiamo che ritrovarci nella  del  WFTU:

The people are the only responsible to decide freely and democratically for the present and future.

Sosteniamo il diritto alla resistenza dei  popoli oppressi  in Palestina, in Latino America come in ogni angolo del pianeta.

Viva la lotta del popolo Palestinese  

Libertà per i prigionieri politici palestinesi  

Unione Sindacale di Base

Ramallah  21-3-2012

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni