WFTU's Tribute to Nelson Mandela

With great regret we have received the news of the death of the historic South African leader Nelson Mandela today, a hero of the struggle against apartheid.

The world has physically lost one of the most significant personalities of the struggle for a different world with social justice, equality, human rights, world peace, without capitalist exploitation, without racism, without xenophobia.

Nelson Mandela devoted his life to fight for the Africans, he fought against colonialism and imperialism, but this struggle transcended the world.

During his mandate South Africa became one of the countries with one of the brightest world's democracies.

The struggle of the South African trade union movement was never unknown, his close ties with the Confederation of South African Trade Unions (COSATU), contributed to the emancipation of South African workers, after 27 years in prison for his leadership in the resistance against apartheid, he was elected President of South Africa in 1994, In September 1995 he participated in the 5th Congress of COSATU and recognized the important role of COSATU in the liberation movement for the defence of workers' rights, against racism and its role within the Alliance.

His participation in this congress marked key guidelines in the further development of the labour movement and its participation in African government decision -making and its support for a multiracial democracy.

His tireless fight for human rights around the world and especially in Africa earned him the Nobel Peace Prize in 1993. His struggle has been a reference for peace in many countries.

The world working class, the poor, the dispossessed, those who fought against the global crisis and capitalism today have a great debt to Mandela, his fight was not in vain, we should and must be the followers of his thought and his efforts for a better world.

The World Federation of Trade Unions, with its 86 million members in 120 countries, shares the sorrow with the South African government, workers and people for their loss.

The WFTU has stand in the difficult years along with the working class of South Africa, along with Nelson Mandela, along with SACP, in the struggles against the apartheid regime.

The WFTU is not a “today’s” friend of the South African people, but it is a stable, honest, class brother and comrade; this is why our grief for the loss of Nelson Mandela is deep.

Mandela, the Universal African, one of the greatest men of the XX century, will continue present in our struggles and will remain as a timeless example for the working class and to the world for freedom and full human dignity.

Mandela will live forever in our hearts and in our struggles.

The Secretariat

 

-----------------------------------------------

OMAGGIO DELLA FSM A NELSON MANDELA

Con grande rammarico oggi abbiamo ricevuto la notizia della morte dello storico leader del Sud Africa Nelson Mandela, un eroe della lotta contro l'apartheid.
Il mondo ha perso fisicamente una delle personalità più significative della lotta per un mondo diverso, con giustizia sociale,  uguaglianza,  diritti umani, la pace nel mondo, senza sfruttamento capitalistico, senza razzismo, senza xenofobia.

Nelson Mandela ha dedicato la sua vita a lottare per gli africani, ha lottato contro il colonialismo e l'imperialismo, ma questa sua lotta trascendeva il mondo.

Durante il suo mandato il Sud Africa è diventato uno dei paesi con una delle democrazie  più luminose del mondo.

La lotta del movimento sindacale sudafricano non gli fu mai  sconosciuta, i suoi stretti legami con la Confederazione dei sindacati sudafricani (COSATU), hanno contribuito all'emancipazione dei lavoratori sudafricani, dopo 27 anni di carcere per la sua leadership nella resistenza contro l'apartheid , è stato eletto Presidente del Sud Africa nel 1994, nel settembre 1995 ha partecipato al 5 ° Congresso della COSATU e ha riconosciuto l'importante ruolo della COSATU nel movimento di liberazione per la difesa dei diritti dei lavoratori, contro il razzismo e il suo ruolo all'interno dell'Alleanza.

La sua partecipazione a questo congresso ha segnato le linee guida fondamentali per l'ulteriore sviluppo del movimento operaio e la sua partecipazione al processo decisionale del governo africano e il suo sostegno per una democrazia multirazziale.

La sua instancabile lotta per i diritti umani in tutto il mondo e soprattutto in Africa, gli valsero il Premio Nobel per la Pace nel 1993. La sua lotta è stata un punto di riferimento per la pace in molti paesi.

La classe operaia mondiale, i poveri, i diseredati, coloro che hanno combattuto contro la crisi globale e il capitalismo oggi hanno un grande debito verso Mandela, la sua lotta non è stata vana, dovremmo e dobbiamo essere seguaci del suo pensiero e dei suoi sforzi per un mondo migliore.

La Federazione Sindacale Mondiale, con i suoi 86 milioni di membri in 120 paesi, condivide il dolore con il governo, i lavoratori e la gente del Sud Africa per la loro perdita.

La FSM è stata in anni difficili con la classe operaia del Sud Africa, insieme a Nelson Mandela, insieme a SACP, nelle lotte contro il regime dell'apartheid.

Il FSM non è un amico "di oggi" del popolo sudafricano, ma è un solido, onesto, fratello e compagno, ed è per questo che il nostro dolore per la perdita di Nelson Mandela è profondo.

Mandela, l'africano Universale, uno dei più grandi uomini del XX secolo, continuerà  a essere presente nelle nostre lotte e rimarrà un esempio intramontabile per la classe operaia e per il mondo per la libertà e la piena dignità umana.

Mandela vivrà per sempre nei nostri cuori e nelle nostre lotte.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni