USB meets Pakistani trade union

Torino -

A delegation from Usb Torino met yesterday afternoon the founder and General Secretary of the Pakistan Labour Federation (PLF) Haji Muhammad Saeed Arain, here in Torino to attend the works of the International Training Centre of the ONU agency ILO (International Labour Organization). Here the meeting between our trade union organizations took place too. USB and PLF, both affiliated with WFTU, took the chance to share information about the political situation in both Italy and Pakistan and about the rootedness of the unions in the respective countries. A USB flag and two publications by the union – one about the recent constitutional consultation, and the reasons of the “NO sociale” which has characterized USB’s position in the national landscape; and a “Proteo” journal issue about the European Union and the political and social reasons of its necessary break-up – were offered to secretary Saeed Arain. PLF’s secretary officially invited USB in Pakistan in the next spring, in order to establish a relationship of mutual collaboration inspired to internationalist solidarity. We warmly thank him, and we promise our ever more determinate involvement in the struggle for the defence of working class rights all over the world, against exploitation, war, and imperialism.

    USB incontra il sindacato pakistano

    Una delegazione di USB Torino ha incontrato, nel pomeriggio di ieri, il fondatore e Segretario Generale della Pakistan Labour Federation Haji Muhammad Saeed Arain, in città per partecipare ai lavori del Centro internazionale di formazione dell'ILO (International Labour Organization), agenzia dell'ONU, dove si  è svolto anche l'incontro tra le organizzazioni sindacali.

    USB e PLF, entrambe affiliate alla WFTU, hanno avuto occasione per scambiarsi notizie sulla situazione politica di Italia e Pakistan, sul radicamento delle proprie organizzazioni nei rispettivi paesi. Al segretario Saeed Arain è stata donata la bandiera di USB e due pubblicazioni del sindacato: una sul recente Referendum Costituzionale, e sulle ragioni del No Sociale, che hanno contraddistinto la posizione di USB nel panorama nazionale; l'altra, un numero della rivista «Proteo» sull'Unione Europea e sulle ragioni politiche e sociali della sua necessaria rottura.

    Il Segretario della PLF ha ufficialmente invitato USB in Pakistan nella primavera prossima, per stringere un rapporto di collaborazione all'insegna della solidarietà internazionalista.
    A lui va il nostro ringraziamento e l'impegno ad un sempre maggiore coivolgimento della nostra organizzazione nella battaglia per la difesa dei diritti della classe lavoratrice nel mondo, contro sfruttamento, guerra e imperialismo.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni