USB e FSM: dichiarazione di solidarietà con i prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane

Nazionale -

30 prigionieri palestinesi continuano il loro sciopero della fame per l'11° giorno nelle carceri israeliane, in segno di protesta contro la loro detenzione illegale e le condizioni di detenzione.

I detenuti hanno iniziato lo sciopero il 26 settembre contro la cosiddetta "detenzione amministrativa", utilizzata contro il popolo palestinese per trattenere sindacalisti e altri militanti per lunghi periodi di tempo senza processo.

Questa politica viene continuamente attuata contro i palestinesi per giustificare la detenzione senza accuse di crimini per periodi di tempo non specificati e molti palestinesi sono detenuti per anni senza alcun processo.

Secondo le ultime statistiche, dall'inizio di quest'anno le autorità di occupazione hanno ordinato 1365 "detenzioni amministrative", tra cui diversi bambini. Inoltre, durante il periodo di detenzione i detenuti subiscono torture fisiche e psicologiche.

USB e FSM esprimono solidarietà internazionalista con la lotta militante dei detenuti e chiedono l'immediato rilascio dei prigionieri politici palestinesi. Chiede di porre fine a queste politiche che costituiscono una violazione di tutti i trattati internazionali in materia di condizioni di detenzione e prigionia.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati