REPORT 6° Consiglio Presidenziale WFTU- Johannesburg 9-10 Febbraio 2012

La USB  Confederazione è stata invitata,  a partecipare ai lavori  del 6° Consiglio Presidenziale del WFTU,  durante il quale è stata definitivamente approvata l’affiliazione di USB al WFTU.

Il Consiglio  si è tenuto a Johannesburg a dieci mesi dai lavori del 16° Congresso della WFTU di Atene.

Al Consiglio Presidenziale hanno partecipato  organizzazioni sindacali provenienti da 38 paesi di tutti e cinque i continenti.

La decisione di convocare il Consiglio Presidenziale a Johannesburg è stata  molto  importante, determinata dalla  valenza politica che comporta l’adesione di quattro tra le più grandi organizzazioni sindacali del Sud Africa al WFTU in attesa della decisione congressuale della Confederazione generale (COSATU) del prossimo settembre in merito all’ adesione al WFTU di tutta la confederazione

Questo Consiglio Presidenziale è stato un passaggio importante ed utile perché avvenuto nel nuovo contesto politico–economico determinato dagli effetti della crisi finanziaria che ha investito tutti i settori ai margini delle società arrivando a colpire pesantemente il ceto medio, quindi una crisi  che conferma la sua natura sistemica.

In questo scenario è chiaro il ruolo delle istituzioni internazionali  - politiche ed economiche -  il Fondo Monetario Internazionale e, in Europa, la Commissione Europea e la Banca Centrale Europea, guidate e finalizzate  alla eliminazione delle sovranità nazionali  per realizzare i progetti di riorganizzazione del potere economico e finanziario.

La partecipazione di USB a questo Consiglio Presidenziale ha dato inizio, con l’affiliazione ufficiale, ad un percorso importante che ci investe di nuove responsabilità e che indubbiamente rafforza il nostro ruolo in Italia nel quadro che si sta determinando, con la aperta  complicità delle organizzazioni sindacali cgil cisl uil con il Governo delle grandi banche rappresentato da Monti.

E’ evidente che i processi  stanno determinando gli stessi effetti  e le stesse  ricette in tutti i Paesi, in particolare nei paesi Europei. Tagli pesantissimi allo stato sociale per azzerare definitivamente la presenza di uno stato erogatore di servizi e conseguente licenziamento dei lavoratori pubblici, privatizzazioni e svendita, ai grandi potentati ,dei beni nazionali; espulsione dei lavoratori dai centri produttivi, drastiche  ristrutturazioni del mercato del lavoro  con la distruzione dei diritti e delle garanzie esistenti.

Sono stati affrontati, nella due giorni dei lavori del Consiglio Presidenziale, i punti di intervento comuni e prioritari:

Sostegno internazionale alle lotte nei vari Paesi
I Processi  in atto nei vari Paesi stanno determinando condizioni  e ricette politiche da parte dei Governi simili nei vari Stati. Far vivere ai lavoratori dei propri Paesi  questa condizione rafforza l’iniziativa delle organizzazioni sindacali e le lotte  dei lavoratori che avranno consapevolezza di combattere per gli stessi obbiettivi.

Disoccupazione
 Frutto di mancata occupazione e dell’espulsione dai centri produttivi,  coinvolge i giovani e le donne in primo luogo , fenomeno che si sta propagando nei paesi occidentali, in Europa in particolare, come effetto  delle ricette anticrisi.
 Dati dell’Ufficio Internazionale del Lavoro ( Ilo – Organismo delle Nazioni Unite) confermano questa situazione : nel mondo ci sono  un miliardo di senza lavoro;  in Europa  i senza lavoro sono oltre 23 milioni la maggioranza dei quali giovani e donne , le drastiche misure anti lavoro decise dall’Unione Europea e  messe in pratica dai governi nazionali non potranno che aggravare la situazione.

Sviluppo  e crescita  dell’organizzazione
Dopo il 16° Congresso del WFTU dello scorso anno, c’è stata un nuovo  impulso alla crescita  e allo sviluppo  dell’organizzazione, nuove richieste di affiliazioni,  una importante funzione degli Uffici Regionali e soprattutto lo sviluppo dell’iniziativa delle categorie e dei settori  .

Formazione
Rimane questo lo strumento prioritario  per la crescita dei gruppi dirigenti dell’organizzazione. E’ importante quindi far cooperare i centri studi delle organizzazioni dei vari paesi  al fine di preparare seminari e occasioni di dibattito con la presenza di esperti .

Giornata di azione internazionale
IL  prossimo 3 Ottobre  sarà “Giornata Internazionale di Azione del WFTU”.
 Nel mondo ci  un miliardo di  poveri,  900 milioni di lavoratori poveri  al mondo   vivono  con una entrata di  neanche due euro al giorno ,  la loro sopravivenza è legata alla carità  di istituzioni pubbliche. Sarà questo il tema della giornata internazionale di mobilitazione da tenersi a Roma nei confronti della FAO, organismo delle Nazioni Unite.
Assicurare cibo, acqua, medicine , un sistema sanitario pubblico  di istruzione  e farmaci gratuiti a milioni di diseredati che non hanno alcun diritto mentre i  loro paesi  sono ricchi  e risorse naturali dei loro paesi sono state  saccheggiate dalle multinazionali  del profitto su acqua, cibo , medicine.
Alla USB è stato affidato il compito di organizzare, in occasione della scadenza mondiale del 3 ottobre, una iniziativa verso la sede centrale della FAO, che ha sede a Roma, sulle parole d’ordine decise dal Consiglio Presidenziale Mondiale

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni