Nessun profitto sulla pandemia, i messaggi internazionali di solidarietà per l’iniziativa dell’11 marzo contro i brevetti sui vaccini

Nazionale -

A seguire i messaggi di solidarietà internazionale giunti all’Unione Sindacale di Base alla vigilia dell’iniziativa di giovedì 11 marzo contro i brevetti sui vaccini e i profitti sulla pandemia Covid-19

 

TUI PS&A

La WFTU, Trade Union International - Public Service and Allied (TUI-PS&A), che rappresenta più di 30 milioni di lavoratori in tutto il mondo, coglie l'occasione per esprimere solidarietà e sostegno alla manifestazione dell'11 marzo in Italia dell'Unione Sindacale di Base.

Sosteniamo pienamente le vostre lotte "Contro la speculazione delle multinazionali sui vaccini" che è una lotta di classe condotta da milioni di lavoratori in tutto il mondo contro i tentativi neoliberali di minare e invertire le conquiste storiche duramente ottenute dai lavoratori.

Ovunque nel mondo capitalista, i lavoratori si oppongono all'alleanza del capitale e delle élite politiche dominanti, evidente ora nella produzione e distribuzione di vaccini in tutto il mondo.

Nello stesso modo in cui l’immediata risposta internazionale allo scoppio del coronavirus è stata ostacolata dall'accaparramento speculativo dei DPI e delle attrezzature sanitarie necessarie alla lotta contro il Covid-19, vediamo che la produzione e la distribuzione dei vaccini, sviluppati principalmente nei paesi ricchi, sono frenati dall'accaparramento e dal nazionalismo sui vaccini che ne minaccia la fornitura ai paesi più poveri.

La diffusione mondiale dei vaccini per aiutare a rallentare e fermare la pandemia è attualmente ostacolata dal regime prevalente di brevetti orientati al profitto sui prodotti sanitari la cui ricerca e sviluppo si basa principalmente sui sussidi governativi, e dalla pratica dei paesi sviluppati di ordinare molti più vaccini di quelli di cui hanno bisogno per le loro popolazioni.

TUI-PS&A e tutti i nostri affiliati nel mondo sosterranno la vostra manifestazione chiedendo alle multinazionali di FERMARE la speculazione sui vaccini e di rispettare la richiesta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità di distribuire i vaccini attraverso il programma COVAX.

Avanti verso la vittoria!

Viva la USB

Viva la solidarietà internazionale della classe operaia!

 

Zola Saphetha

Segretario Generale TUI-PS&A

 

------------- 

Blocco di sinistra nella Federazione Sindacale Austriaca

Cari compagni,

il Blocco di Sinistra della Federazione Sindacale Austriaca esprime la sua solidarietà con le manifestazioni dell'11 marzo a sostegno dell'appello Diritto alla salute per tutti!

Sosteniamo tutti i punti dell'appello - la lotta contro la pandemia mondiale non può essere per il profitto dell'industria farmaceutica privata.

È ora di ottenere un controllo pubblico, deve essere possibile per tutti ottenere un vaccino.

Vi auguriamo un grande successo per l´11 marzo e anche per le iniziative comuni in tutte le città italiane.

Viva la solidarietà internazionale!

 

Oliver Jonischkeit

Segretario federale del blocco di sinistra della Federazione sindacale austriaca

 

-------------

Ufficio Regionale Europeo della WFTU –

 

Solidarietà con la USB Italia sulla mobilitazione dell'11 marzo.

La pandemia di coronavirus ha già provocato la morte di milioni di persone mentre miliardi di lavoratori lottano per sopravvivere di fronte all'aumento della disoccupazione, dell'insicurezza e della povertà che in questo periodo è cresciuta ancora di più.

La grande contraddizione tra i lavoratori e i grandi monopoli è diventata ancora più evidente durante la pandemia.

Da un lato, il potenziale della scienza e della tecnologia oggi è enorme, così che la ricerca sul vaccino può procedere rapidamente e fornire trattamenti efficaci.

Una ricerca che è il risultato del lavoro di migliaia di scienziati e che esiste già da anni, ma le grandi multinazionali farmaceutiche non avevano un profitto certo per svilupparli.

D'altra parte, gli Stati al servizio dei propri monopoli, a causa dei tagli, delle privatizzazioni e della commercializzazione della salute, non possono soddisfare le necessità elementari di salute e di cura del loro popolo che soffre e muore per amore dei loro profitti.

Allo stesso tempo, le grandi multinazionali farmaceutiche si lanciano in una corsa contro il tempo per vincere la gara dei brevetti per assicurarsi i loro milioni di profitti.

I popoli e i lavoratori, ancora di più oggi, stanno pagando con la loro stessa vita la competizione tra le multinazionali farmaceutiche per il profitto e i brevetti, mentre oggi provocano i popoli che a causa del tempo non possono fornire i vaccini che sono stati prepagati con i soldi dei lavoratori, riducendo completamente i costi

Allo stesso tempo, le multinazionali con il pretesto della pandemia stanno intensificando l'attacco ai diritti dei lavoratori aumentando le ore di lavoro e intensificando il lavoro, mentre allo stesso tempo licenziano i lavoratori.

Nell'Unione Europea a causa della concorrenza tra le grandi multinazionali farmaceutiche e i paesi, che porta all'incertezza, i tempi di vaccinazione dei popoli mettono in pericolo la loro salute e sicurezza.

Nei paesi in via di sviluppo le persone rischiano di non essere vaccinate a causa del costo del

vaccino e del suo assorbimento privilegiato da parte dei paesi più ricchi, cosa che si è ripetutamente verificata nelle precedenti epidemie di virus o malattie.

La pandemia e i suoi effetti evidenziano ancora una volta il carattere antisociale del sistema capitalista, ma anche l'importanza della solidarietà e della cooperazione tra i popoli nell'affrontare le emergenze.

Il movimento sindacale internazionale della WFTU fin dall'inizio ha posto come questioni chiave la vaccinazione sicura e gratuita per tutti e la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Esprimiamo la nostra solidarietà di classe alla USB Italia sulla mobilitazione dell'11 marzo per:

- Salute pubblica e gratuita per il popolo

- L'accesso gratuito alle cure e ai vaccini per il coronavirus come bene pubblico a tutti senza alcuna discriminazione.

- Il rafforzamento del sistema sanitario in tutti i paesi.

 

-------------

TUI Pubblico impiego Europa

 

Sostegno e solidarietà con USB nelle mobilitazioni dell'11 marzo.

TUI PS Europa della WFTU esprime la sua solidarietà con USB e con le altre organizzazioni nelle iniziative in diverse città d'Italia il 11 marzo.

 

Cari compagni

La salute pubblica, la ricerca e i vaccini non sono merci da consegnare ai grandi gruppi sopra le multinazionali e i loro concorrenti. Chiediamo una sanità pubblica e gratuita per tutti

Il TUI PS Europa della WFTU chiede a tutte le organizzazioni del settore pubblico in Europa di

esprimere il loro sostegno e la loro solidarietà alla USB nelle mobilitazioni dell'11 marzo.

Saluti militanti

 

Vortelinos Babis TUI PS Vice Presidente - Coordinatore dell'Europa

 

---------

 

Solidarietà con l'USB e i lavoratori d'Italia

Il PAME, membro della WFTU, saluta i lavoratori, il popolo e l'USB d'Italia che da un anno lottano per la loro vita contro la pandemia del coronavirus ma anche contro la pandemia antioperaia dei governi e dei datori di lavoro.

L'11 marzo, l'USB procede con azioni e mobilitazioni di massa in occasione di un anno della pandemia che è costata migliaia di vite. Allo stesso tempo, i lavoratori italiani denunciano le competizioni e la ricerca del profitto delle multinazionali con brevetti di morte e speculazioni sulla salute pubblica.

Il PAME esprime la sua solidarietà ai lavoratori e al popolo italiano, ai nostri fratelli di classe USB

 

LAB : Solidarietà con l'USB italia e le manifestazioni dell'11 marzo

 

Il sindacato italiano Unione Sindacale di Base, ha indetto per domani con altre forze politiche

e sociali manifestazioni in diverse città italiane su diritto alla salute per tutti, ricerca pubblica

sotto controllo pubblico, sospensione immediata dei brevetti e trasparenza,

vaccino per la gente comune e nessun profitto sulla pandemia.

Dopo anni di tagli ai diritti sociali e del lavoro e dopo anni di distruzione del sistema dei servizi pubblici in Europa, la pandemia ha mostrato il vero volto del sistema capitalista.

Un sistema che non è in grado di sostenere la vita e che per la sua insaziabile voracità ci ha

trascinato qui.

 La classe operaia deve affrontare gli effetti sanitari della pandemia e l

offensiva del capitale che cerca di approfittare della pandemia per approfondire l'agenda neoliberale

neoliberista e tagliare i diritti sociali e del lavoro.

Allo stesso tempo stiamo vedendo come la cosiddetta Europa delle libertà non è altro che

un'Unione Europea al servizio degli stati e delle élite economiche, dove i diritti del popolo e

e della classe operaia non hanno posto. Fondi europei che non solo sono profondamente

insufficienti di fronte all'emergenza sociale esistente, ma sono condizionati a riforme che

peggioreranno le condizioni di lavoro e di vita della classe operaia europea. Come se questo

non bastasse, questi fondi europei andranno ai progetti delle élite europee e non

alle persone che ne hanno veramente bisogno. Questo è il vero volto dell'Unione Europea antisociale.

Per tutte queste ragioni, mobilitazioni come quelle indette per domani in Italia sono più

necessarie che mai. Le mobilitazioni sindacali e sociali che tessono alleanze per un cambiamento

di modello sono quelle che ci porteranno gradualmente ai cambiamenti di cui abbiamo tanto bisogno per

poter sostenere la vita e il lavoro dignitoso nei nostri rispettivi paesi.

Per tutte queste ragioni, il sindacato LAB dei Paesi Baschi sostiene la giornata di

mobilitazione indetta per domani 11 marzo in Italia, e inviamo i nostri saluti fraterni

e tutta la nostra solidarietà ai compagni e alle compagne dell'Unione Sindacale di Base.

 La lotta è l'unica strada, ed è la strada  in cui ci troveremo.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati