Modena 1-2 Febbraio Premio Chiarini e Musolino, due penne militanti per la Palestina e gli oppressi

Nazionale -

Come USB siamo da sempre a fianco del Popolo Palestinese e partecipiamo alla campagna internazionale di Boicottaggio Disinvestimento e Sanzioni contro la politica dell’Apartheid e dell’occupazione israeliana.  Tra le tante iniziative di solidarietà a favore della Palestina, vogliamo ricordare e sostenere l’iniziativa Premio Chiarini e Premio Musolino promosse da una serie di associazioni di solidarietà con la Palestina tra cui il Comitato per Non dimenticare Sabra e Chatila che si terrà a Modena il 2 Febbraio.


Stefano Chiarini e Maurizio Musolino, con il loro giornalismo hanno dato un contributo importante alla conoscenza, alla denuncia dell’occupazione Israeliana, interpretando il giornalismo come uno strumento a sostegno del diritto al ritorno dei palestinesi nella loro terra e alla loro lotta per uno Stato di Palestina libero, indipendente e con Gerusalemme capitale. L’impegno contro la guerra e a sostegno della lotta per l’emancipazione dei popoli, diviene ancora più necessario in questo momento storico che vede l’Unione Europea e gli Stati Uniti impegnati in aggressioni militari ed economiche, contro i popoli del mondo dal Donbass, al Venezuela, passando per Siria, Africa e Palestina.


USB ufficio Internazionale


di seguito il Comunicato del Comitato per non dimenticare Sabra e Chatila


Quest’anno il premio Stefano Chiarini è arrivato alla decima edizione. Come nelle passate edizioni il premio si propone come un riconoscimento all’impegno sul tema del Medio Oriente e in particolare della Palestina, con una speciale attenzione per il mondo dei media e della cultura e dello sport.


Sabato 2 febbraio dalle ore 15,00 a Modena presso il Teatro La Tenda in Viale Monte Kosica, 91 il "10^ premio Stefano Chiarini" sarà attribuito al giornalista/scrittore Fulvio Scaglione, ex vice-direttore del settimanale “Famiglia Cristiana” e corrispondente dalla Russia, anche su Afghanistan, Iraq e i temi del Medio Oriente.Nella stessa occasione sarà consegnato il "Premio Maurizio Musolino 2019" a Ronnie Barkan, ebreo israeliano esponente e co-fondatore del movimento BDS di boicottaggio dall'interno contro Israele e il sionismo.


Ci sembra opportuno in questi anni difficili per il medio oriente proporre con maggiore insistenza tutti gli eventi e i protagonisti che possano far luce sui venti di guerra che si stanno sollevando in tutta l’area medio orientale.


L’imperialismo e il colonialismo forti di un entourage politico più che mai reazionario sta spingendo sempre più a fondo l’acceleratore. I fatti della Turchia della Libia della guerra in Yemen della guerra in Siria e ora addirittura nel destabilizzare il Venezuela, ci mostrano un attacco a tutte quelle conquiste fatte nel corso di decenni in fatto di diritti umani e del lavoro.


Proprio per questo motivo venerdì 1 febbraio alle 21.00, presso sala G. Ulivi (Istituto Storico Modena) sito via Ciro Menotti, 137 a Modena, ci sarà la conferenza: “BDS (Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni): un legittimo movimento per i diritti umani” con Ronnie Barkan (ebreo israeliano esponente del BDS);


Poche sono le armi che il mondo civile può mettere in campo contro le bombe, una di queste è il movimento BDS, che con le sue azioni pacifiche e determinate colpisce e mette a nudo le contraddizioni di Israele e del mondo occidentale soprattutto in merito ai diritti dei popoli all'autodeterminazione.



Comitato “Per non dimenticare Sabra e Chatila”.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni