La federazione Sindacale Mondiale esprime la sua solidarietà allo sciopero dei metalmeccanici in Turchia

Roma -

La Federazione Sindacale Mondiale denuncia la risposta del Governo Turco che ha vietato il giusto sciopero dei lavoratori metalmeccanici turchi che chiedono aumenti di salario ed il miglioramento dei contratti nazionali di lavoro.

In risposta a questo il Governo ha emanato un decreto per differire lo sciopero proclamato dalla organizzazione sindacale Disk/Birlesik Metal-Is - l’Unione dei Lavoratori Metalmeccanici Uniti –

La Federazione Sindacale Mondiale esprime la sua solidarietà ai lavoratori metalmeccanici in Turchia e alla Unione dei Lavoratori Metalmeccanici Uniti per la loro azione di sciopero cominciata il 29 Gennaio 2015.

Allo sciopero aderiscono oltre 40 posti di lavoro con 15.000 lavoratori dell’industria metalmeccanica in Turchia..

La Federazione Sindacale Mondiale che rappresenta oltre 90 milioni di lavoratori in 126 paesi esige

dal Presidente del Governo Turco Erdogan la fine delle sue pratiche autoritarie, antidemocratiche e antipopolari .

La Federazione Sindacale Mondiale chiede al Governo e ai datori di lavoro di rispettare il diritto di sciopero e di dare seguito alle giuste richieste dei lavoratori affinchè questo sciopero possa essere revocato.

La Segreteria



Atene 3 Febbraio 2015

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni