La crescita del capitalismo è coperta dal sangue dei lavoratori.

Usb Italia si unisce e fa proprio il comunicato del Pame di Grecia sull'ennesimo omicidio di  lavoratori ancora una volta in Turchia.

Athens 8/9/2014

The Growth of Capitalism is covered with the blood of the workers
On the new employers’ crime in Turkey PAME expresses the solidarity of the class labor movement of Greece to workers and trade unions in Turkey, who just a few months after the crime in the mines of Somma, mourn another 10 dead colleagues. Their death is the result of efforts by local contractors to increase their profits by not taking the necessary safety measures.


The new crime victims were 10 builders in Istanbul, who died on Saturday, September 6 when the elevator which they used in building a skyscraper fell from the 32nd floor. According to the complaints of workers, the elevator has had problems, but the developers did not stop work to fix it, so as not to delay the project.


The developments in Turkey and the daily crimes against the working class in a country where capitalism is in phase of growth, are an important lesson for the workers of Europe and Greece. In Greece capitalists seek sacrifices from workers to get out of the crisis, while workers in Turkey are killed in order to accelerate growth. The working class either in crisis or in growth of capitalism will be sacrificed on the altar of profit and competition of monopolies.


PAME expresses its condolences to the families of the dead and their colleagues. It denounces the arrests of protesters who participated in demonstrations against the new employer's crime and calls for their immediate release.


We call on the working class to strengthen the movement and its organizations, demanding immediate implementation and improvement of health and safety regulations by forming and activating fighting Health and Safety Committees in the workplaces.


No more workers’ blood for the profits of the capitalists

 

Atene, 8/9/2014

La crescita del capitalismo è coperta dal sangue dei lavoratori
Un nuovo crimine contro i lavoratori

Pame esprime la solidarietà del movimento dei lavoratori di Grecia ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali in Turchia per la morte di 10 lavoratori a pochi mesi dal crimine della miniera di Somma .
La loro morte è il risultato della fame di profitti di ditte locale che  non adoperano le necessarie misure di sicurezza.

Vittime del nuovo crimine sono 10 lavoratori delle costruzione a Istambul morti Sabato 6 settembre quando un'ascensore usato per nel palazzo in costruzione è precipitato dal 32° piano. I lavoratori avevano segnalato problemi all'ascensore ma questo non è stato fermato per non ritardare i lavori.
Quello che sta accadendo in Turchia e i crimini giornalieri  contro i lavoratori in un paese dove il capitalismo è in rapida crescita è una lezione per i lavoratori in Europa.

In Grecia i capitalisti pretondono sacrifici dai lavoratori per uscire dalla crisi  mentre in Turchia i lavoratori  sono uccisi  per accellerare la crescita del capitalismo.
In ogni caso, sia per la crescita che per la crisi del capitalismo, i lavoratori  saranno sacrificati sull'altare  del profitto e della competizione internazionale.

Il Pame di Grecia esprime la sua condoglianze alle famiglie e ai colleghi di lavoro.
Denuncia gli arresti  di chi ha partecipato alle manifestazioni  contro questo nuovo crimine  e chiede il loro immediato rilascio.

Facciamo appello  a tutto il movimento dei lavoratori  e alle sue organizzazioni sindacali perchè siano attuate immediatamente tutte le misure  per la tutela della sicurezza  attraverso la costituzione di Comitati di lotta per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni