Istanbul, partecipazione del WFTU al sit-in delle lavoratrici METRO

Nazionale -

L'8 Marzo Paola Palmieri, di USB in rappresentanza del WFTU, partecipa ad Istanbul al confronto pubblico sulla condizione delle donne in Turchia.

Come negli altri paesi capitalisti e quindi in tutti i paesi europei le donne stanno pagando il prezzo più alto a causa della crisi. Ma non solo riguardo ai diritti ma anche per la violenza che si scatena contro le donne. Basta citare gli ultimi due gravissimi fatti: in Turchia la Corte suprema ha deciso che le bambine dagli 11 anni possono sposare volontariamente uomini di qualsiasi età. L'altro gravissimi fatto la Corte di giustizia europea ha deciso che licenziare le donne in gravidanza è consentito.


Il dibattito ha visto la partecipazione di USB in rappresentanza anche del Wftu, del Pame di Grecia e del Work House dall'Iran.


Una grande partecipazione dopo L'iniziativa di questa mattina ma sopratutto una grande determinazione ad andare avanti e continuare a lottare per i propri diritti ed il proprio futuro.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni