In solidarietà con i lavoratori dei trasporti di Saragozza

 

L’USB sostiene la lotta dei lavoratori della AUZSA, la ditta di trasporti  di Saragozza, che giovedì 25 scenderanno in sciopero a oltranza per difendere il servizio pubblico e i diritti dei lavoratori.
Quanto accade a Saragoza, si ripete in maniera molto simile in Italia dove le aziende dei trasporti privatizzate o in via di privatizzazione rinnegano il carattere di servizio pubblico e il diritto a garantire la mobilità alle fasce popolari della cittadinanza.
Il trasporto pubblico, come la sanità, l’istruzione e le pensioni,  sono stati conquistati con lotte e sacrifici dai settori popolari, quegli stessi settori  che con il lavoro e con le tasse garantiscono il grosso delle entrate fiscali e della ricchezza prodotta.
Oggi a causa dei processi di privatizzazione, promossi dall’UE e messi in atto dai Governi nazionali e locali attraverso leggi e direttive, questa ricchezza viene messa nelle mani di affaristi e speculatori.
Le aziende come AUZSA per mantenere il profitto  puntano a abbassare i costi di gestione, e lo fanno riducendo il salario, allungando la giornata lavorativa, rendendo i lavoratori ancora più precari, tagliando costi di manutenzione e le linee urbane che servono le periferie popolari.  
Nel campo avversario giornali e televisioni, aizzati dalle aziende, in Spagna come in Italia attaccano il diritto di sciopero,  questa campagna antisindacale nasce nel ventre di Bruxelles e prende di mira il  movimento sindacale di classe
In questo momento ci sentiamo ancora più solidali alla vostra lotta, che ricomponendo gli interessi popolari, si oppone a questa nuova forma di fascismo ideologico che aizza i cittadini  contro i lavoratori.
La piattaforma dello sciopero dei lavoratori dell’AUZSA, contiene molte delle richieste per cui si battono i lavoratori dei trasporti dell’USB e più in generale i nostri settori del lavoro pubblico.
• Per ripristinare la qualità del servizio di autobus locale.

• Per la corretta manutenzione dei bus

• Per sbloccare l'attuale contratto collettivo

• Per creare posti di lavoro, convertendo  i contratti temporanei in permanenti e
trasformare le ore di straordinario in  posti di lavoro.

• Per il diritto di lavorare in condizioni dignitose

• Per un lavoro che concili  lavoro e vita familiare.

Insieme con i nostri compagni dell’AUZSA per rivendicare dignità e rispetto per i lavoratori,

la difesa di un trasporto pubblico di qualità  è interesse di tutti.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni