Il WFTU condanna la dichiarazione del primo ministro israeliano Netanyahu sull'annessione della Valle del Giordano da Israele.

Nazionale -

La Federazione mondiale dei sindacati, che riunisce nelle sue file 100 milioni di lavoratori in 132 paesi del mondo, condanna fermamente l'annuncio del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, che ha promesso di annettere la Valle del Giordano nella Cisgiordania occupata se vincerà le elezioni generali martedì 17 settembre prossimo.

 

La Valle del Giordano è una regione di importanza strategica rappresenta il 30% della Cisgiordania occupata e tali dichiarazioni dimostrano l'escalation dell'autoritarismo israeliano contro il popolo palestinese in vista delle elezioni.

 

Questa inaccettabile dichiarazione del Primo Ministro israeliano dimostra ancora una volta che i ritiri, i compromessi e la cosiddetta "normalizzazione"  non solo non portano ad una soluzione equa, ma al contrario rendono la politica di Israele ancora più aggressiva.

 

La WFTU ribadisce la sua solidarietà internazionalista con il popolo palestinese e sostiene stabilmente il loro diritto al riconoscimento di uno Stato palestinese indipendente ai confini del 1967 con Gerusalemme Est come capitale e la fine dell'occupazione israeliana nei territori palestinesi.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni