Bielorussia-Polonia, WFTU: la vita dei rifugiati non può essere uno strumento del conflitto imperialista

Nazionale -

La tensione al confine bielorusso con la Polonia si intensifica ogni giorno a spese di migliaia di migranti e rifugiati bloccati e trattati come una palla da tennis nel confronto geopolitico UE - USA - NATO con Bielorussia e Russia.

Centinaia di persone - per lo più provenienti da paesi africani e mediorientali - hanno cercato di attraversare il confine polacco.

Almeno sette migranti, delle centinaia intrappolati nella zona di confine, sono morti.

L'UE e la NATO  stanno rivelando i loro interessi nell intervento sul confine polacco-bielorusso con la scusa di "occuparsi" delle migliaia di rifugiati e migranti coinvolti in questa disputa geopolitica.

L'interesse di Bruxelles per i rifugiati e i migranti può essere descritto con un solo termine:  ipocrita, quando in altri paesi come la Grecia, l'Italia, la Spagna, la Turchia, ecc. migliaia di persone vengono  segregate  in campi di prigionia grazie agli accordi da loro siglati.

All'interno di  questo dibattito, si cerca di tenere ancora una volta nell ombra i veri responsabili del dramma dei rifugiati e dei migranti, a cui stiamo assistendo alla frontiera tra Bielorussia e Polonia, assistiamo  da anni nell'Egeo, ed in Spagna qualche mese fa.

Le stesse persone che trasformano i popoli in profughi, con le loro guerre e i loro accord , sembrano  a volte salvatori a volte preparano azioni militari e sanzioni che porteranno solo nuove sofferenze ai popoli.

Questi innocenti si aggiungono alle migliaia di rifugiati che muoiono in terra o in mare per evitare le conseguenze delle guerre generate dagli imperialismi, questi non sono incidenti, sono crimini.

Gli immigrati e i rifugiati sono costretti in questa difficile situazione dalle politiche imperialiste della NATO, degli Stati Uniti e dell'Unione Europea.

La WFTU invita i popoli a svegliarsi: non avranno alcun vantaggio da questo tipo di trattative.

Solidarietà con gli oppressi significa lottare contro le cause che li allontanano dai loro paesi, lottare contro gli interventi imperialisti decisi da  l'UE, gli USA e la NATO .

Noi chiediamo:

  1. La fine degli interventi imperialisti
  2. Il ritiro degli eserciti di occupazione

Il Segretariato WFTU

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati