L’Unione Sindacale di Base in piazza a Parigi con i ferrovieri francesi contro il neoliberismo di Macron

Nazionale -

“Convergence des luttes” è la parola d’ordine con la quale la CGT ha organizzato oggi, giovedì 19 aprile, una giornata di scioperi, proteste e cortei in tutta la Francia contro le politiche e le strategie neoliberiste di Macron, con ben 133 manifestazioni (qui la mappa) che hanno punteggiato il paese dal Nord al Sud. A trascinare la lotta sono i ferrovieri della SNCF - i primi entrati nel mirino degli ardori privatizzatori dell’Eliseo - giunti oggi all’ottavo giorno di sciopero dei 36 indetti da tutte le sigle sindacali contro le riforme di Macron, ma la giornata della rabbia ha portato in piazza tra gli altri anche i dipendenti della Sanità e delle Poste.


L’Unione Sindacale di Base su invito della CGT è presente oggi alla manifestazione partita alle 14 dalla stazione di Montparnasse con destinazione Place d’Italie, per portare la solidarietà in prima persona ai lavoratori francesi esposti ai diktat neoliberisti di Macron e dei suoi sodali.


Altissima anche oggi l’adesione allo sciopero degli “cheminots”: viaggiano un solo Tgv su tre e due soli convogli regionali su cinque. Alla giornata di mobilitazione si sono aggiunti anche gli studenti, mentre i lavoratori del comparto energetico stanno pianificanzo azioni di appoggio allo sciopero dei ferrovieri.



Unione Sindacale di Base